VACCINAZIONI LAVORATORI ITALIANI ALL’ESTERO

In ambito di sicurezza del lavoro il vaccino costituisce una delle misure di protezione necessarie per la tutela della salute dei lavoratori che il datore di lavoro, è tenuto ad adottare.
Le vaccinazioni da adottare nel campo della medicina del lavoro sono:

  • 1) vaccinazioni obbligatorie previste per il rischio biologico (titolo VIII d. Lgs 81/2008)
  • 2) vaccinazioni da valutare, eventualmente consigliate.

Tra le vaccinazioni da valutare rientrano quelle previste per l’accesso ai paesi con rischio biologico.
In caso sia in programma un viaggio all’estero, in paesi in cui è ragionevole ipotizzare sia opportuna qualche vaccinazione, almeno 30 giorni prima del viaggio è necessario contattare il Centro di Profilassi Internazionale (a Milano in Via Statuto n. 5 tel. 02/85788566).
Il lavoratore sarà sottoposto a una valutazione della tipologia di viaggio, ed in relazione anche al proprio stato di salute ed al tipo di attività che verrà svolta, verranno valutate le vaccinazioni consigliate o obbligatorie.
Tutte le informazioni sono reperibili nel sito ASL di Milano
Le vaccinazioni contro un rischio biologico specifico sono a carico del datore di lavoro perché rientrano nel protocollo di esami previsti dalla sorveglianza sanitaria. La spesa sostenuta in via anticipata dal lavoratore verrà interamente rimborsata dalla propria Struttura di appartenenza (Dipartimento)